Tu sei qui: home > news > news
Area: Economia e Società
News

27-07-2012
Rapporto Bankitalia Piemonte 2011: a tenere è l’export

Il quadro che emerge dal rapporto 2011 sull'economia piemontese, presentato lo scorso giugno dalla Banca d'Italia, certifica (casomai ce ne fosse bisogno) un nuovo acuirsi della crisi. A partire dall'estate, infatti, la congiuntura economica è tornata a peggiorare, ponendo fine alla fase di ripresa che si era avviata nella seconda metà del 2009. Hanno influito il rallentamento dell'economia mondiale e le turbolenze finanziarie connesse alle tensioni sul debito sovrano nell'area dell'euro.

Nel complesso del 2011 il Pil del Piemonte è cresciuto dello 0,7%, in netto rallentamento rispetto all'anno precedente (2,0%). A fare da traino le esportazioni che, seppur in rallentamento, hanno ancora fornito il principale contributo alla crescita e raggiunto, alla fine del 2011, valori nominali superiori a quelli precedenti la crisi internazionale del 2008-09. Importante è stata la componente dei mercati extra-comunitari, con incrementi molto superiori (+15%) rispetto a quelli dei paesi comunitari (+9,8%), stretti anch'essi nella morsa della crisi.

I settori che registrano risultati migliori sono quello alimentare e quello chimico, i cui livelli di vendita all'estero hanno superato le quote del picco pre-crisi 2009, sia in ambito Ue che extra-Ue; le vendite di prodotti in metallo, di macchinari, di prodotti in gomma e plastica e della componentistica per auto sono invece aumentate nei paesi extra Ue, a fronte di una diminuzione nei paesi comunitari. Le vendite di autoveicoli e di prodotti tessili risultano inferiori ai livelli pre-crisi in entrambi i mercati. Nonstante i dati positivi, però, il Piemonte si è caratterizzato per una ripresa più lenta sia del valore aggiunto totale sia di quello pro capite, nel confronto con un gruppo di regioni europee che nel 2007 presentavano caratteristiche strutturali simili.

Se l'industria e il manifatturiero se la cavano, però, a preoccupare maggiormente, sono il settore dei servizi e i valori relativi all'occupazione giovanile.

Nel primo caso, il calo del reddito disponibile per le famiglie piemontesi (-0,5% annuo nel 2010 e 2011) ha portato a un ristagno dei consumi, con conseguenze a cascata sul commercio (il fatturato delle imprese commerciali in Piemonte è calato del 2% in termini reali nel 2011) e sui trasporti. In quest'ultimo settore, mentre il trasporto di merci su gomma si mantiene sostanzialmente invariato (+0,4%), quello aereo registra un calo notevole (-21%), in parte bilanciato da un discreto incremento degli arrivi turistici (+5,2%, dovuto soprattutto alla componente nazionale).

Per quanto riguarda l'occupazione giovanile, invece, il rapporto nota come la crisi economica abbia avuto un forte impatto sui giovani: il tasso di disoccupazione, seppur in discesa, resta altissimo (25,1% nella fascia 18-25, 9,4% per la coorte 25-34). Un calo nei valori della disoccupazione (disoccupati sono coloro che non hanno un lavoro ma lo cercano) non si traduce però necessariamente in un aumento dell'occupazione, visto che in aumento è anche la quota di chi ha smesso di cercare. Infine, si registrano aumenti anche nella percentuale di coloro che non lavorano né svolgono un'attività di studio o formazione (Neet) sia tra i diplomati sia tra i laureati (16,8% nella fascia 20-24, 15% fra i 25 e i 34) e in quella di chi svolge un lavoro che richiede competenze inferiori a quelle acquisite mediante il proprio percorso di studi (23,4%).

L'intero studio è scaricabile sul sito http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/econo/ecore/2012/analisi_s_r/1203_piemonte

indietro...

Gli approfondimenti di Paralleli
Le iniziative di Paralleli
Le pubblicazioni di Paralleli
Pubblicazioni di Paralleli

Le attività di Paralleli
sono sostenute dalla

Compagnia di San Paolo

Paralleli è co-coordinatore
della rete italiana e coordinatore
della rete piemontese
della Fondazione Anna Lindh.

Fondazione Anna Lindh

Paralleli - Istituto Euromediterraneo del Nord Ovest

Sede legale: via La Salle 17 - 10152 Torino
Sede operativa: via Vanchiglia 4/E - 10124 Torino
email info@paralleli.org