Tu sei qui: home > Diario dall'Egitto
Diario dall'Egitto
21-05-2012 21 maggio 2012 - il voto degli egiziani all'estero (news n. 321)

Oggi è iniziato il silenzio elettorale che precede il voto del 23 e 24 maggio. I vari candidati, ieri, hanno terminato le loro campagne di propaganda, ciascuno con la propria apoteosi organizzata ad hoc. Nel frattempo, sono giunti i risultati pressoché definitivi del voto degli egiziani all'estero... a cura di Elisa Ferrero.

Cari amici e amiche,
 
rispetto alla mia ultima newsletter, il risultato è stato in parte ribaltato - come molti avevano previsto e temevano - dal voto dell'Arabia Saudita, dove si trova la maggior parte degli elettori egiziani all'estero. Chi si è aggiudicato il primo posto, alla fine, è Mohammed Morsy, candidato dei Fratelli Musulmani. Ha conquistato il 38% dei voti, seguito da Abdel Moneim Abul Fotouh con il 28%. In terza posizione si piazza la "sorpresa" Hamdeen Sabbahi, che ottiene il 15%. Quarto classificato è Amr Moussa (12%), mentre il fanalino di coda è Ahmed Shafiq (7%). I restanti candidati hanno guadagnato percentuali trascurabili.
 
Si possono fare due prime osservazioni a partire da questi dati. La prima è che il voto è stato, ancora una volta, decisamente islamista, visto che la preferenza degli elettori è andata, prima che a ogni altro, a Morsy e Abul Fotouh. Se però si toglie l'Arabia Saudita (dove il peso dei Fratelli Musulmani è forte, perché laggiù risiedono molti membri del movimento che avevano dovuto lasciare l'Egitto per sfuggire alle persecuzioni del regime), la situazione pare più varia (forse per una maggiore presenza di cristiani della diaspora?). Come si è visto nella precedente newsletter, se si escludono i paesi del Golfo, gli egiziani sembrano preferire Abul Fotouh.
 
La seconda osservazione è che, se Sabbahi e Abul Fotouh unissero le forze, forse potrebbero battere Morsy e i Fratelli Musulmani. Peccato, però, che nessuno dei due sembra essere disposto a collaborare con l'altro, con il risultato di disperdere i voti di molti rivoluzionari che si sono infine orientati verso questi due candidati. 
 
Se invece analizziamo il voto per blocchi di paesi, vediamo che in Europa vince Abul Fotouh, seguito (in quest'ordine) da Sabbahi, Moussa, Shafiq e Morsy. Anche in Italia ha vinto Abul Fotouh, seguito però da Morsy, mentre il terzo classificato è Shafiq. Moussa arriva quarto e Hamdeen ultimo. Nella laica Francia vince (per pochi voti) Sabbahi, seguito da Shafiq e poi da Abul Fotouh. In controtendenza la Grecia, dove vince Moussa, e l'Olanda, dove vince Shafiq (ma perché??).
 
Altro spaccato del voto interessante è quello fornito dagli Stati Uniti: qui si notano differenze da città a città. In generale, il vincitore è Abul Fotouh, poi segue Moussa, quindi Shafiq, poi Sabbahi e infine Morsy. Tuttavia, mentre Washington, Chicago e Houston scelgono Abul Fotouh, New York e Los Angeles prediligono Shafiq, purtroppo.
 
In attesa di mercoledì, intanto, è già in corso una polemica sulle liste elettorali. Sarebbero piene di nomi di deceduti, come ai vecchi tempi. La Commissione Elettorale ha promesso che le avrebbe ripulite da tutti i morti, ma continuano ad arrivare denunce, l'ultima delle quali è giunta da parte di due sorelle famose: quella di Khaled Said e quella di Mina Danial, due ragazzi simbolo, martiri della rivoluzione. Magari potessero votare davvero!
 
Ma ciò che preoccupa di più è l'annunciata Dichiarazione Costituzionale complementare del Consiglio Militare, che dovrebbe giungere presto. Già si sono sollevate moltissime obiezioni. I generali oseranno davvero?
 
Un caro saluto a tutti,
 
Elisa Ferrero

indietro...

Gli approfondimenti di Paralleli
Le iniziative di Paralleli
Le pubblicazioni di Paralleli
Pubblicazioni di Paralleli

Le attività di Paralleli
sono sostenute dalla

Compagnia di San Paolo

Paralleli è co-coordinatore
della rete italiana e coordinatore
della rete piemontese
della Fondazione Anna Lindh.

Fondazione Anna Lindh

Cerca
Cerca nel sito
cerca...
Agenda
Nessun record.

Iscriviti alla Newsletter Istituto Paralleli Newsletter

RSS
RSS

Osservatorio Balcani Maghreb Econostrum
Marenostrum
MED governance
Jeunesrm
Babelmed
Babelmed

Paralleli - Istituto Euromediterraneo del Nord Ovest

Sede legale: via La Salle 17 - 10152 Torino
Sede operativa: via Vanchiglia 4/E - 10124 Torino
email info@paralleli.org